Posted by 0 Comments Iron-ic Mag, Sport

I mondiali si sa non sono una passeggiata. Anche le squadre più forti possono incontrare grandi difficoltà, come dimostrano le precoci eliminazioni della Spagna e dell’Inghilterra. Partite secche, tensione alle stelle e grandi aspettative sono le nemiche numero uno di calciatori che, nonostante siano spesso abituati a essere sotto i riflettori, ai mondiali non riescono sempre a dare il meglio di loro stessi.

L’Italia, dopo il grande successo ottenuti contro gli inglesi, ha subito un brusco stop contro il Costa Rica. La squadra di Prandelli, ridimensionata e molto criticata, ha offerto un gioco prevedibile, lento e impreciso. Quindi la partita di martedì conto l’Uruguay sarà decisiva. Basterà un pareggio per qualificarci alla fase successiva, ma non sarà una partita facile.

Il modulo probabilmente sarà il 3-5-2 e ci saranno molti nomi nuovi. A fermare Cavani e Suarez ci penserà il trio Juventino Barzagli, Bonucci e Chiellini. In porta sarà presente l’ormai recuperato Gigi Buffon e sulle fasce ci saranno i giovani Darmian e De Sciglio, da cui ci si aspetta molto.

A centrocampo torna il talento di Verratti che, con Pirlo e Marchisio, cercherà di interrompere il gioco della squadra di Tabarez. In attacco Immobile e Balotelli, che hanno giocato molto poco l’uno al fianco dell’altro, avranno il compito di mettere in difficoltà la difesa della Celeste.

I fantasmi del 2010, anno in cui siamo stati eliminati al girone di qualificazione, ora si fanno sentire. Serve una reazione, una grande partita. I tifosi sono pronti e vogliono continuare a vivere questi mondiali da protagonisti. Come finirà?